Attivita'

DAL RESPIRO AL CANTO è un seminario di lavoro con la voce, un'esperienza di consapevolezza lungo il percorso che va dal respiro al canto. Questa iniziativa non vuole essere una lezione, bensì un momento in cui incontrare la propria voce, liberarla dagli automatismi imposti dalla comunicazione codificata, e attivare un processo creativo che permetta ai partecipanti di accostarsi al canto con la semplicità e la mariellanaturalezza con cui probabilmente il canto è nato; liberi da giudizi, in contatto con la funzione comunicativa del canto stesso. Il canto è vibrazione, è una preziosa occasione di allineamento tra il dentro e il fuori, tra quello che sento sul livello emozionale e l’atto sonoro conseguente. Più è sottile il confine tra dentro e fuori, più l’atto vocale diventa “importante” per chi lo produce e per chi lo ascolta.

Porto avanti da anni un percorso di ricerca attraverso il canto e la composizione di brani. Questo seminario è una modalità altra di andare avanti in questa ricerca, incontrando gli altri attraverso la “musica umana”, mantenendo vivo il focus di attenzione sull'aspetto dell'arte -la musica in questo caso- che più mi interessa:la capacità dell'arte di essere ponte tra dentro e fuori, il suo potere connettivo fra esseri umani.... la sua funzione comunicativa.

Quando un atto artistico è di valore? Non è forse quando riesce a smuovere l'assetto mentale del fruitore dal parametro del proprio gusto personale alla rivoluzione dell'allineamento empatico? Nel seminario propongo un lavoro fisico e mentale che mira ad attivare una consapevolezza extra-ordinaria, grazie alla quale vivere l'esperienza dell'atto vocale dalla sua origine alla sua manifestazione con la presenza viva della mente nel momento in cui viene compiuto.

Il lavoro previsto nella prima fase prende spunto dallo yoga e da pratiche sulla respirazione consapevole, dai principi di lavoro formulati da G. Delfino (www.teatridelvento.net) e Institutet for scenkonst (Svezia)e si sviluppa attraverso un training fisico e vocale finalizzato a recuperare e rendere attiva la relazione tra mente, corpo e voce; servirà per creare le condizioni necessarie affinché la voce possa attivarsi il più naturalmente possibile e muoversi sull’onda di un organico flusso creativo.

Nella fasi successive tratteremo la voce sul livello più tecnico, ossia,faremo un’indagine su quali possono essere i parametri che ci permettono di diversificare le caratteristiche e le diverse sfumature della voce stessa (intonazione, articolazione, volume, dinamica, altezza,durata, aria/non aria, colore, ritmo…) e impareremo uno o più canti.

Infine verranno indicati alcune modalità e principi di improvvisazione, che ci permetteranno di lavorare sulle varie possibilità di relazione tra le voci e poter fare esperienza della potenzialità comunicativa del canto.

Questa proposta è rivolta a tutti e non solo a musicisti e cantanti. Non ci sono limiti di età, il lavoro sia fisico che vocale, proprio per la sua stessa natura, potrà e dovrà essere gestito liberamente da ogni partecipante conseguentemente alle proprie possibilità del momento.

Ovviamente la gestione specifica del lavoro sarà organizzata conseguentemente alle esperienze dei partecipanti. Il laboratorio è articolabile in un singolo incontro o in un ciclo di incontri.

Un viaggio che parte dall’ascolto del proprio corpo, alla ricerca di un contatto effettivo col proprio strumento fatto di carne ed ossa, origine, casa e cassa risonante della voce, che si libera e vibra nell’unione di mente, corpo e anima.

Il corso si svolgerà tutti i mercoledì da ottobre 2017 a giugno 2018 dalle 18.00 alle 20.00.

Aperi-presentazione corso mercoledì 25 ottobre alle ore 18.00.

Info:

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cell: 338 29 46 593